di Vincenzo Greco

Prosegue l’attività esplosiva intermittente al Nuovo Cratere di Sud Est dell’Etna, caratterizzata dal lancio di bombe e scorie vulcaniche incandescenti dal Cratere denominato della Sella.  Inoltre anche l’attività stromboliana che interessa ormai da 5 mesi anche il Cratere di Nord Est risulta essere più vivace.

Essa viene generata da tre distinti punti di emissione intra-craterici distribuiti sul fondo craterico, con la produzione di violente esplosioni a ventaglio principalmente a carico della bocca Nord Occidentale.