BORIS BEHNCKE 2017-02-16 12.57.41

di Boris Behncke

Da poche settimane, piccole esplosioni stromboliana si verificano dal ventre più orientale del Nuovo Cratere di Sud Est, uno dei crateri sommitali dell’Etna. Questo sfogo, noto anche come  “u puttusiddu ” (il piccolo buco), formatosi a fine novembre 2015, ha prodotto colate laviche e attività stromboliana il 6-8 dicembre 2015. Da allora, ci sono state solo sporadiche esplosioni e emissioni di cenere, ma ultimamente questo sfogo è diventato più attivo e molti  piccoli flussi di lava vengono emessi dal 20 novembre 2018. Finora, questa attività è piuttosto modesta e i flussi di lava si estendono solo per poche centinaia di metri lungo il versante orientale ripida del nuovo cono cratere sud-est. Non c’è alcun pericolo per le zone popolate vicine e terreni coltivati,e l’attività non produce cenere vulcanica.

Questo video è stato registrato prima dell’alba il 3 dicembre 2018 dal villaggio di Fornazzo, sul fianco orientale dell’Etna.

 

Activity at Etna’s New Southeast Crater, 3 December 2018

by Boris Behncke

Since a few weeks, small Strombolian explosions are occurring from the easternmost vent of the New Southeast Crater, one of the summit craters of Etna. This vent, also known as “u puttusiddu” (the little hole), formed in late-November 2015 and produced lava flows and Strombolian activity on 6-8 December 2015. Since then, there have only been sporadic explosions and emissons of ash, but lately this vent has become more active, and very small lava flows are being emitted since 20 November 2018. So far, this activity is rather modest, and the lava flows extend only for a few hundred meters down the steep eastern flank of the New Southeast Crater cone. There is no whatsoever danger for nearby populated areas and cultivated land, and the activity is not producing any volcanic ash.

This video was recorded before sunrise on 3 December 2018 from the village of Fornazzo, on the eastern flank of Etna.