di Rosario Catania

Rosario Catania
Rosario Catania

Ha tutte le carte in regola per diventare uno speleo-specialista ! E ha fatto il suo battesimo in una grotta di scorrimento lavico, la Petralia, grotta preistorica di Canalicchio, nel Catanese.

Nasce iCave. E’ il prototipo in microelettronica che utilizza una tecnologia a microcontrollore e verrà testato principalmente per il monitoraggio ambientale e geofisico multiparametrico, ma servirà anche ad assolvere compiti più nobili, come cercare di preservare gli ambienti naturali e la fauna chirottera presenti nelle grotte etnee. Non mancherà di supportare anche la sicurezza grazie ai sensori di cui è dotato e di cui può accessoriarsi.

Temperatura, Umidità, Pressione, Campo magnetico, movimento 3D, concentrazione CO, ultrasuoni, infrasuoni, misura della dilatazione, micro tremori sismici, conteggio, sono le misure che è in grado di fare e di registrare su un supporto di memoria locale, oppure inviate ad un server remoto grazie alla tecnologia wireless. È infatti dotato di espansioni Bluetooth, WiFi, e LoRa, quest’ ultima una tecnologia sub gigahertz capace di trasmettere dati a distanze elevate (21 km), e raggiungere così i server Internet. Il sistema è alimentato a batteria o con cella solare, può dialogare con uno smartphone, con un PC e con qualsiasi router con protocolli universali.

ROSARIO 4

iCave è parte modulare di un sistema più ampio, che racchiude anche il monitoraggio sismico e vulcanico dell’ Etna e lo studio dei segnali radio naturali, integrandosi perfettamente ad uno già operante a Nicolosi ospitato dalla sede del Parco Regionale dell’Etna, l’ Osservatorio ERO. In questo specifico caso, l’obiettivo è quello di creare una infrastruttura per l’istallazione di strumenti di misura più sofisticati (antenne, geofoni, radon, infrasuoni) in tutte quelle zone critiche come le grotte o le aree sommitali di un vulcano.

iCave, ERO, ed altre applicazioni in fase di sviluppo, sono frutto della collaborazione di ricercatori indipendenti appassionati di geofisica e vulcanologia, elettronica ed informatica ed istituti pubblici e privati, come ST Microelectronics, Parco Regionale dell’Etna, Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. Il progetto completo, lanciato da Rosario Catania e team, prende il nome di ETNA, che nel suo acronimo significa, Environment Tremor Nucleo Application. Il team iCave specifico per le grotte è formato da Rosario Catania e Cinzia Lo Certo in collaborazione con Giancarlo Pappalardo, Adriano Basile, Salvatore Curti, Maria Celvisia Virzi, Giuseppe Sperlinga. Componenti del team ERO sono invece: Rosario Catania, Salvo Caffo, Alessandro Longo, Renato Romero, Salvo Spina, Alessandro Bonforte, Luca Catania.

ROSARIO 5

Per approfondimenti si possono visitare i siti www.etna-ero.it, www.vlf.it, www.st.com.

L’ Hardware utilizzato si basa sulle schede prototipo X-Nucleo (ST), e ARDUINO e sensori prodotti da aziende del settore.

#iCAVE #ERO #ETNA #rosariocatania #research

www.etna-ero.it

Rosario Catania

Leggi tutti gli articoli