di Luciano Signorello

Luciano Signorello

Domenica 12 maggio, domani, con partenza da Palazzo Bufali in Belpasso, è stata organizzata una “Marcia della pace”, che raggiungerà un luogo molto conosciuto e amato da moltissime persone: Mompileri.

Verrebbe da dire che questa marcia comincia nel lontano 2004, quando la presidente dell’Archeoclub, sezione di Belpasso, avviò l’iter per il riconoscimento di Palazzo Bufali comeMonumento messaggero di una cultura di pace”, da parte dei club Unesco italiani. Riconoscimento che si concretizzò con l’apposizione di una targa in pietra lavica maiolicata, opera del maestro Barbaro Messina, il 22 ottobre 2016.

Dopo tre anni dall’apposizione della targa, la Fondazione Margherita Bufali concretizza ’idea di svolgere una Marcia per rafforzare la comune identità etnea e per ribadire l’impegno affinché anche nel nostro contesto si affermi una Società vera, aperta, inclusiva e solidale, come affermato dal prof. Vito Sapienza, presidente della Fondazione.

L’idea viene immediatamente sposata dall’Amministrazione Comunale di Belpasso ed inserita nel calendario delle manifestazioni cittadine, in occasione della ricorrenza dell’infausto evento del 1669, quando una terribile eruzione dell’Etna cancellò in un solo giorno l’allora centro abitato di Malpasso. Non solo. La manifestazione è inserita nel calendario approntato dalla Soprintendenza ai BB.CC.AA. di Catania, con il patrocinio della Presidenza della Regione Siciliana e denominata “ETNA 1669 STORIE DI LAVA”, a 350 anni della grande eruzione.

LOCANDINA MARCIA DELLA PACE

Quindi domattina, domenica 12, un gruppo di persone, ci auguriamo molto nutrito, con partenza proprio da Palazzo Bufali e attraverso i luoghi storici legati al soggiorno della regina Eleonora d’Angiò nelle antiche terre di Guardia – l’attuale Borrello – giungerà a Mompileri, costeggiando la colata del 1669 che distrusse l’abitato di Malpasso. Una marcia anche per ritrovarsi uniti e in armonia con la variegata natura delle plaghe etnee, senza cercare di accaparrarsi quanto più possibile, nell’ottica che non siamo gli ultimi abitanti di questa Terra, ma altri ci saranno dopo di noi.

La gioiosa iniziativa è supportata anche dai sodalizi belpassesi che operano nella promozione del territorio, nella formazione giovanile, nell’assistenza e nella solidarietà. E quindi, la Proloco, l’Archeoclub, la Misericordia che quest’anno festeggia il 40° anno di attività a Belpasso, il gruppo donatori di sangue Fratres, i gruppi Agesci Belpasso 1 Belpasso 2, nonché tutte le scuole della città.

Vi invitiamo a partecipare numerosi, con partenza da Palazzo Bufali. Lungo il percorso sarà possibile ammirare le sculture in pietra lavica, i portoni affrescati con immagini sulla vita e sulle opere di Nino Martoglio, la chiesetta di Sant’Anna, la piazza Stella Aragona, la via Piscitello, il fiume che costeggiava la residenza della regina Eleonora, l’altarino votivo e la Cisterna Regina, il campo lavico del 1669 e infine, quel sito caro a molti che è il Santuario di Mompileri, luogo di prodigi e di sorprese. Vi esortiamo anche a rispettare i luoghi attraversati evitando di disperdere nell’ambiente oggetti e resti vari.

Personalmente sarò l’ultimo della fila, se qualcosa inavvertitamente sarà sfuggita al vostro senso di rispetto verso i luoghi attraversati, con l’aiuto di qualche altro volenteroso, provvederemo a raccoglierlo.

Buona passeggiata.

Con il titolo: la meravigliosa targa di Palazzo Bufali a Belpasso, realizzata in pietra lavica maiolicata dal grande maestro Barbaro Messina. Nella gallery, le bellissime foto di Luciano Signorello nei luoghi che saranno toccati dalla Marcia della Pace di domenica 12 da Palazzo Bufali al Santuario di Mompileri

 

Luciano Signorello

Leggi tutti gli articoli