di Santo Scalia

L’Associazione Vulcanologica Europea (o per meglio dire L’Association Volcanologiquenne Europée) è nata in Francia nel 1986. L.A.V.E. ha carattere scientifico, e si pone come obiettivo quello di permettere a degli appassionati di vulcanologia, professionisti e non, di confrontarsi grazie ad una rivista (in lingua francese) e di promuovere azioni d’informazione e divulgazione, anche per mezzo di esposizioni, conferenze, realizzazione di prodotti audiovisivi etc.

Tre numeri della Revue il Numero Zero, il numero 100 del 2003 ed il numero 191 del 2018

L’Associazione s’impegna – ormai da più di 34 anni – nella pubblicazione di una propria rivista (Revue LAVE), dispone di un suo sito internet, di una pagina e di alcuni gruppi sul social Facebook e di una propria webcam puntata sui crateri sommitali dell’Etna.

Ed è di questa webcam che vogliamo parlare: essa infatti rappresenta un tesoro d’informazioni e d’immagini poco conosciuto. Un insieme di funzionalità che ci permettono di rivivere i momenti più salienti dell’attività del vulcano più attivo d’Europa, dichiarato dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità.

Esempio di visualizzazione dell’attività nel corso del 20 gennaio 2021

La webcam, posizionata presso la Schiena dell’Asino (sul bordo meridionale della Valle del Bove) offre la possibilità di seguire in particolare l’attività del Cratere Sud-Est, aggiornandosi automaticamente ogni 2 minuti. Ma la particolarità offerta dall’Associazione non è solo quella di dare immagini in tempo reale dell’attività dell’Etna: altre interessanti funzioni consentono di seguire l’andamento nelle ultime 24 ore, proponendo immagini ad intervalli di 30 minuti: ciò è possibile selezionando la scelta “L’Etna vu par la webcam L.A.V.E. Schiena dell’Asino au cours des dernières 24 heures”.

E questa non è la sola funzionalità avanzata offerta dalla webcam L.A.V.E.: è infatti possibile, scegliendo l’opzione sélection quotidienne selon un calendrier, accedere alle immagini più interessanti delle giornate più significative, dal punto di vista eruttivo, degli anni che vanno dal 2011 al 2020.

Vediamo cos’è accaduto il 14 dicembre 2018

Così, a titolo d’esempio, possiamo chiederci se sia accaduto qualcosa di interessante sull’Etna il 14 dicembre del 2018

E non finisce qui: nella sezione sélection d’une année complète possiamo scegliere di visualizzare i fatti salienti registrati dalla webcam non soltanto in un giorno, ma nell’intero anno, per l’intervallo che va dal 2011 fino alla fine dello scorso anno, il 2020.

Per comodità del lettore, ecco un riepilogo delle principali funzioni della webcam LAVE:

[1] Ultima immagine registrata
[2] Ultima immagine, refresh automatico ogni 2 minuti e altre funzioni
[3] Immagini delle ultime 24 ore (una ogni 30 minuti)
[4] Immagini di un giorno a scelta dell’utente tra quelli disponibili
[5] Immagini salienti nel corso dell’anno scelto dall’utente

L’Association Volcanologique Européenne ha sede a Parigi, in Rue de la Guadeloupe n. 7.

Sulla rete internet è presente all’indirizzo  http://www.lave-volcans.com/

Si può far richiesta di adesione tramite il link http://www.lave-volcans.com/adher.php , o chiedere informazioni all’indirizzo email seguente: lave@lave-volcans.eu

Inoltre su Facebook sono attivi tre gruppi:

Revue LAVE                        (https://www.facebook.com/groups/334486811148137)

Archives revue LAVE         (https://www.facebook.com/groups/439147130403857)

Adhérents de LAVE                        (https://www.facebook.com/groups/565311140214026)

(gruppo privato per i soli aderenti all’Associazione)

Il logo dell’Associazione L.A.V.E.

Per gli aderenti è inoltre disponibile il servizio “Infolave, una newsletter settimanale (ma spesso anche più frequente, in base alle necessità) di informazione sull’attività di tutti i vulcani sparsi per il mondo.

Per finire, ricordiamo che questo blog già in passato ha trattato di quest’associazione, a proposito del n. 191 della rivista, nel quale si è parlato della storia della vulcanologia etnea; del n. 193, nel quale il Professor Jean-Claude Tanguy ha esposto le sue ipotesi sull’eruzione dell’Etna del Natale 2018 e del n. 194, in cui si è ricordato il 350° anniversario dell’eruzione del 1669.

Con il titolo: un’altra recente immagine dalla webcam LAVE