di Klaus Dorschfeldt

Klaus Dorschfeldt
Klaus Dorschfeldt

L’Etna è meraviglioso, c’è poco da dire; resta uno dei pochi vulcani che ti permette la sua completa esplorazione. Se sei allenato e ne hai la possibilità, puoi vedere cose straordinarie e meravigliarti di tutto.

In questo periodo il mio più caro amico si fa sentire e soprattutto vedere con le sue meravigliose attività e io, per come posso, passo il mio tempo riprendendolo, ma senza grandi pretese; ciò che faccio – e che cercherò di fare sempre – è filmare il nostro vulcano. Per me è un modo di staccare la spina dai problemi di ogni giorno, “disconnettermi” dal mondo reale.

Per me non è una gara a chi fa prima e meglio, non ho mai avuto invidia o gelosia di chi, rispetto me o altri, può fare ciò che io non posso e probabilmente non potrò fare. Questi sono ragionamenti che non sono mai esistiti nel mio carattere e chi mi conosce davvero lo sa. Potrò essere un carattere difficile, a volte incomprensibile, un minchiataro sicuramente e a chiunque, anche se una volta, ho strappato una risata: ma quello che faccio/ho fatto, l’ho sempre fatto con tutto il cuore.

Per me essere sull‘Etna, vuol dire trovare quella serenità ultimamente persa; non esiste il passato, non esistono periodi belli o brutti, non esiste nulla che può farmi stare male. Questo mi piace fare, ne più ne meno.

So di non essere il solo a pensarla così… so che purtroppo in molti non la pensano così, ma in ogni caso, qualunque cosa gli altri pensino di me, non mi tocca più. Sono felice per ciò che gli altri sono diventati o diventeranno, però vorrei (almeno sull’Etna) avere il mio attimo di serenità …. del resto, siamo esseri umani e cosa ci rende forti se non il rialzarsi e andare avanti?

Klaus Dorshfeldt

Leggi tutti gli articoli