Michele Mammino
Michele Mammino

Etna, 10 settembre 2019.

Attività eruttiva dal Cratere di Nordest vista da Punta Agata (circa 3200 mt di quota): è il bellissimo video, girato la notte scorsa da Michele Mammino, lo “stambecco dell’Etna“, straordinario personaggio protagonista di fantastiche ascese solitarie in vetta al vulcano grazie ad una particolare capacità di inerpicarsi e alla sua resistenza fisicache con la consueta tempestività, dovuta ad una presenza costante sulla sommità dell’Etna con un attaccamento e una passione infinita, ci regala sempre con grande semplicità, entusiasmo, modestia immagini di una bellezza unica.

Sembra una cosa piccola, ma ad occhio nudo si capisce che così piccola non è … e lo zoom aiuta pure”, commenta sul suo profilo feisbuc Boris Benhcke, vulcanologo dell’Ingv Osservatorio etneo.  “La localizzazione delle sorgenti del tremore vulcanico è ubicata in corrispondenza del Cratere di Nord-Est ad una quota di circa 3000 m s.l.m. Le sorgenti dei segnali infrasonici continuano ad essere localizzate in corrispondenza dello stesso cratere”, ha spiegato ieri un comunicato della sezione catanese dell’Istituto.

Intanto godiamoci queste straordinarie immagini di Michele Mammino, che non finiamo di ringraziare per il suo continuo, appassionato, commovente contributo di conoscenza del meraviglioso spettacolo del più alto vulcano attivo d’Europa, Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

 

Gaetano Perricone

Leggi tutti gli articoli