FONTE. INGVVulcani

Eccoci arrivati all’appuntamento con la Notte Europea dei Ricercatori 2019. (http://ec.europa.eu/research/mariecurieactions/actions/european-researchers-night_en). I ricercatori dell’INGV, Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, a fianco dei colleghi di Università ed Enti di ricerca, animeranno venerdì 27 settembre le piazze di Bologna, Pisa, Lucca, Milano, L’Aquila, Palermo, Napoli, Catania, Rende e Rocca di Papa. L’iniziativa, che coinvolgerà anche  centinaia di città europee, è promossa dalla Commissione Europea nell’ambito delle azioni Marie Skłodowska–Curie e finanziata dal programma Horizon 2020. Conferenze, esperimenti, laboratori e perfino una caccia al tesoro: l’INGV si prepara ad animare piazze e luoghi di ricerca

Obiettivo della manifestazione, diffondere la cultura scientifica e stimolare il coinvolgimento dei cittadini nella ricerca, creando occasioni di incontro e di dialogo tra ricercatori e non addetti ai lavori. Ogni anno dal 2005, l’ultimo venerdì del mese di settembre, i ricercatori incontrano il pubblico per raccontare il proprio lavoro aprendo i laboratori e occupando le strade e le piazze di centinaia di città in tutta Europa. Per il biennio 2018-2019 la Commissione Europea ha scelto e finanziato 55 progetti fra le 128 proposte ricevute. Ben nove di questi progetti sono italiani e coinvolgono 116 città del nostro paese. (www.nottedeiricercatori.it).

Farsi conoscere, raccontare la propria ricerca, avvicinare ed incuriosire le future generazioni sono le motivazioni che spingono ogni anno i ricercatori dell’INGV a partecipare con entusiasmo alla Notte Europea dei Ricercatori. L’Istituto è tra i promotori del progetto SOCIETY, ed è partner locale in molte città nell’ambito dei progetti  BRIGHT e SHARPER.

Insomma, le occasioni per parlare di vulcani, terremoti e ambiente non mancheranno. Venite a trovarci? Ecco dove saremo:

notte ricercatori 2019_2.jpg

Ma ecco, nei dettagli, i programmi nelle sedi siciliane.

La Sala Operativa dell'INGV di Catania
La Sala Operativa dell’INGV di Catania

A Catania, l’Osservatorio Etneo di Piazza Roma apre le porte ai cittadini per incontrare ricercatori e tecnici che, con passione e professionalità, osservano, monitorano e studiano i vulcani attivi siciliani.

La prima parte del pomeriggio è dedicata ai più piccoli, bambini della scuola primaria, previa prenotazione, potranno partecipare al laboratorio sull’osservazione delle rocce vulcaniche, finalizzato alla comprensione di aspetti e peculiarità dei vulcani. La seconda parte del programma è rivolta a tutti, studiosi, curiosi e appassionati, che potranno incontrare e conversare con alcuni dei ricercatori, partecipando ad una o più conferenze che inizieranno a partire dalle ore 19.30. Tre conferenze illustreranno, inoltre, i risultati raggiunti nello studio del radon e nello studio dei terremoti attraverso l’uso di tecniche di realtà aumentata.

Durante l’evento sarà possibile visitare la Sala Operativa dell’osservatorio, luogo di particolare attrattiva per conoscere le attività di sorveglianza e monitoraggio che l’istituto conduce, ormai, da parecchi anni. Inoltre, per l’occasione, saranno allestiti spazi espositivi dove osservare alcuni degli strumenti che permettono una efficace ed efficiente sorveglianza del vulcano Etna.

Programma di Catania.

A Palermo, dalle 19.00 alle 24.00, nel Complesso Monumentale dello Steri (piazza Marina, 61), sarà allestito uno stand espositivo in cui l’INGV proporrà il VOLCANO LAB “Vulcani e Terremoti: tweet dall’interno della Terra!”. I ricercatori mostreranno un modello di vulcano e il funzionamento di un sismografo e illustreranno le caratteristiche dell’attività vulcanica e sismica del nostro territorio attraverso strumenti multimediali e campioni di rocce vulcaniche siciliane. Si illustreranno le caratteristiche geologiche del nostro Paese e la carta della pericolosità sismica in Italia.

Ecco il programma di Palermo.

notte ricercatori 2010_3bis

Postazione INGV della Sezione di Palermo alla Notte della Ricerca 2018

Il programma completo e maggiori informazioni su: nottedeiricercatori-society.eu/ .


I numerosi progetti che animeranno la Notte Europea dei Ricercatori sono il risultato dello sforzo congiunto di ricercatori che appartengono a tutti i principali enti di ricerca insieme agli atenei più prestigiosi.

SHARPER (http://www.sharper-night.it/)

SHARPER (SHAring Researchers’ Passions for Evidences and Resilience) è il progetto nazionale della Notte Europea dei Ricercatori che trasforma le città in laboratori a cielo aperto, i laboratori di ricerca in piazze e i luoghi storici in contesti da esplorare insieme ai ricercatori. La collaborazione con 250 partner culturali ed enti di ricerca nazionali e internazionali è la base per raccontare la passione dei ricercatori per le sfide complesse e la ricerca di soluzioni efficaci che riguardano ogni cittadino.

#ingv #notteeuropeadeiricercatori #citizenscientist #horizon2020

http://www.ingv.it/it/stampa-e-urp/

Gaetano Perricone

Leggi tutti gli articoli