Fonte: Ufficio Stampa Banco Alimentare della Sicilia

Papa-Francesco-Fonzie[1]

Dal messaggio di Papa Francesco per la II Giornata Mondiale dei Poveri 2018:

Che cosa esprime il grido del povero se non la sua sofferenza e solitudine, la sua delusione e speranza? La risposta è una partecipazione piena d’amore alla condizione del povero. Probabilmente, è come una goccia d’acqua nel deserto della povertà; e tuttavia può essere un segno di condivisione per quanti sono nel bisogno, per sentire la presenza attiva di un fratello o di una sorella. Non è un atto di delega ciò di cui i poveri hanno bisogno, ma il coinvolgimento personale di quanti ascoltano il loro grido. Il grido del povero è anche un grido di speranza con cui manifesta la certezza di essere liberato”.

Sabato 24 novembre si terrà in tutta Italia la XXII edizione della Giornata Nazionale della Colletta Alimentare (GNCA), promossa dalla Fondazione Banco Alimentare. In oltre 13.000 supermercati, 145.000 volontari inviteranno a donare alimenti a lunga conservazione, che nei mesi successivi verranno distribuiti a 8.042 strutture caritative (mense per i poveri, comunità per minori, banchi di solidarietà, centri d’accoglienza, ecc.) che aiutano più di 1.580.000 persone bisognose in Italia, di cui quasi 140.000 bambini.

In tutta la Sicilia il Banco Alimentare della Sicilia Onlus e il Banco Alimentare Sicilia Occidentale Onlus aiutano 226.780 persone attraverso le 725 strutture caritative convenzionate. Di questi 42.138 sono bambini da 0 a 15 anni, 172.569 persone da 15 a 65 anni e 12.073 è il numero degli assistiti sopra i 65 anni.

La povertà oggi in Italia è fenomeno gravissimo e in crescita, confermato anche dai dati ISTAT e dal Rapporto Caritas e richiede forme di intervento e solidarietà immediate. In questo contesto, Banco Alimentare vuole rispondere a una esigenza elementare, quella del cibo. Facendo questo, sviluppa una importante funzione sociale e insieme educativa. Aiuta tante associazioni che aiutano le persone in difficoltà e contribuisce a creare una mentalità che – per usare le parole di Papa Francesco – si oppone alla cultura dello scarto e alla indifferenza e diffonde un’idea di società che mette al centro il valore della persona e della solidarietà.

La povertà deve essere affrontata avendo davanti le persone che ne sono vittime, non può essere risolta radicalmente dalla consegna, se pure utile, di un “sussidio”. Gli operatori del Terzo Settore creano relazione con gli indigenti e le famiglie, attraverso il loro intervento specifico e questo apre cammini di inclusione. Per spiegare questo e tanto altro il Banco Alimentare incontrerà volontari e siciliani in cinque eventi aperti a tutti e programmati in cinque province tra venerdì e sabato con il seguente calendario:

Si comincia da Catania Venerdì 16 Novembre alle ore 19.00. Nell’auditorium dell’Istituto “Francesco Ventorino” di piazza S. Domenico Savio 8, presenteranno la #Colletta2018 Walter Cerreti della Comunità di Sant’Egidio, Pietro Maugeri presidente del Banco Alimentare della Sicilia onlus e Federico Bassi Responsabile nazionale #Colletta2018.

Presentazione Palermo 17.11.18

Sabato 17 Novembre alle ore 10.30 nella Sala Rossa del Teatro Politeama (ingresso da via Turati 2/A) a Palermo, Santo Giordano presidente del Banco Alimentare Sicilia Occidentale onlus introdurrà l’intervento di Giuseppe Parma, Direttore generale della Fondazione Banco Alimentare onlus.

Sabato 17 novembre, alle ore 11, la presentazione si terrà a Messina nel Salone degli Specchi di Palazzo di Leoni in piazza Antonello. All’incontro interverranno Padre Nino Basile, direttore della Caritas Diocesana di Messina, Pietro Maugeri presidente del Banco Alimentare della Sicilia onlus e Federico Bassi Responsabile nazionale #Colletta2018. Sebastiano Catalano, responsabile provinciale della Colletta, modererà l’incontro.

Sabato 17 novembre alle ore 18 sarà la volta di Agrigento dove, nella Chiesa di San Pietro di via Pirandello 2, parleranno di #Colletta2018 Angelo Sortino, responsabile provinciale della Colletta, e Federico Bassi, Responsabile nazionale #Colletta2018.

Domenica 18 novembre alle ore 10.00 nella Chiesa della Badia in Corso Italia 99 a Ragusa interverranno Federico Bassi, Responsabile nazionale #Colletta2018, Pietro Maugeri, presidente Banco Alimentare della Sicilia onlus, e Duilio Favata, Responsabile regionale della #Colletta2018

 

SMS SOLIDALE

Per sostenere i costi di trasporto e stoccaggio degli alimenti donati il giorno della Colletta Alimentare dall’11 novembre al 3 dicembre sarà attivo l’sms solidale al numero 45582 (Il valore della donazione sarà di € 2 per ciascun SMS inviato da cellulari Wind Tre, TIM, Vodafone, PosteMobile, Iliad, Coop Voce, Tiscali. Sarà di € 5 per le chiamate da rete fissa TWT, Convergenze, PosteMobile, e di 5 e 10 euro da rete fissa TIM, Wind Tre, Fastweb, Vodafone e Tiscali).

La Colletta Alimentare è il gesto con il quale la Fondazione Banco Alimentare aderisce alla Giornata Mondiale dei Poveri 2018, indetta da Papa Francesco. Questo evento, che gode dell’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, è reso possibile grazie alla collaborazione dell’Esercito Italiano e alla partecipazione di decine di migliaia di volontari aderenti all’Associazione Nazionale Alpini, alla Società San Vincenzo De Paoli, alla Compagnia delle Opere Sociali, a centinaia di altre associazioni e da quest’anno all’Associazione Nazionale Bersaglieri.

Main sponsor: UnipolSai Assicurazioni, Eni

Partner istituzionale: Intesa Sanpaolo

Partner logistico: Poste Italiane, Galbani

 Tag: #Colletta2018 – #BancoAlimentare – #GNCASicilia

Ufficio Stampa

Banco Alimentare della Sicilia Onlus

Banco Alimentare Sicilia Occidentale Onlus

Grazie a Monica Adorno, per le informazioni sempre molto chiare e precise

Gaetano Perricone

Leggi tutti gli articoli