Con Andrea su Skype ai tempi del lockdown

(Gaetano Perricone). Ci ho provato inutilmente per un bel pò di tempo, non voleva parlare, evidentemente era ancora traumatizzato: la sofferenza dei bambini, tanta e molto complessa per la difficoltà ad esprimerla, credo sia stata molto sottovalutata nel tremendo periodo che abbiamo vissuto e che in parte stiamo continuando a vivere.

Finalmente oggi ci sono riuscito: ecco una breve, ma intensa intervista a cuore aperto a mio nipote Andrea, 8 anni e mezzo, sulla difficilissima esperienza di un bambino durante il maledetto lockdown e sul ritorno a scuola e alle normali attività della sua giornata dopo sette mesi surreali e assolutamente inimmaginabili.  Si è aperto con piacere. Con qualche riflessione matura e qualche risposta a sorpresa. Adesso è molto contento di averlo fatto, emozionato e gioioso per essere sul mio canale di Youtube, per lui un mito.

Può essere lo spunto per avviare una discussione che coinvolga e aiuti tanti altri bambini. Per me spero sia l’inizio di una serie di interviste ad Andrea …

Ps: naturalmente, voglio sottolinearlo, prima di pubblicare il video ho chiesto il permesso a suo papà

 

 

Gaetano Perricone

Leggi tutti gli articoli