di Santo Scalia 

Santo Scalia e Gaetano Perricone: foto Vulcanica con l’Etna alle spalle

Sono trascorsi quasi due anni e 6 mesi. Era il 30 gennaio 2018 quando, per la prima volta, un mio contributo veniva pubblicato sul blog www.ilvulcanico.it. Da quel giorno, grazie all’impegno e all’ospitalità del veramente Vulcanico Gaetano, altri novantanove pezzi da me preparati sono stati messi online su questo blog.

Il primo dei miei contributi pubblicati sul blog Il Vulcanico

Sono stati trattati svariati argomenti: la maggior parte – 85 – comunque legati all’Etna, alla sua storia, alle sue eruzioni e a personaggi che ad essa hanno legato il loro nome. I rimanenti hanno invece riguardato luoghi e fenomeni di interesse geologico e vulcanologico. Uno ha invece ricordato il cinquantesimo anniversario dello sbarco umano sulla Luna.

E, cosa che mai avrei solo lontanamente immaginato e di cui sono grato, le pagine contenenti i miei scritti sono state visitate circa 110.000 volte!

Gli argomenti etnei, come già detto, sono stati molteplici: si è parlato di crateri, della formazione del Cratere Ellittico, della Voragine e del Cratere di Nord-Est, di coni avventizi nati in seguito ad eruzioni laterali (Monti De Fiore, Monte Nuovo, Monte Leone, Monti Centenari, Monti Silvestri, Monti Sartorius, la Padellazza, Monte Riccò).

Sono state rievocate varie eruzioni:  1634; 1669; 1883; 1852; 1865; 1886; 1892; 1908; 1910; 1919; 1923; 1928; 1947; 1964; 1983; 2002; 2004.

Sono stati descritti luoghi ed edifici conosciutissimi: il Vulcarolo; il Rifugio Sapienza; il Piano del Lago; la Casa Cantoniera; la Funivia; il Rifugio Conti; Valle del Bove; Torre del Filosofo; Piano Provenzana; Villaggio Mareneve; la Bocca Nuova; l’Altarino della Madonna delle Nevi; la Montagnola e la Schiena dell’Asino; l’Isola Lachea.

Si è parlato anche di esplosioni, alcune purtroppo mortali: quella del 1536 con la morte di Francesco Negro; 1929 al Cratere di Nord-Est (due vittime); 1960 al Cratere Centrale; 1979 alla Bocca Nuova (nove morti); 1987, al Cratere di Sud-Est (due morti).

Si è trattato di scrittori del passato: Pietro Bembo; Athanasius Kircher; Sebastian Münster; Tommaso Fazello.

Sono stati ricordati alcuni altri personaggi, che oggi non sono più con noi, ma legati all’Etna: Giovannino Cagni; il Cardinale Melchiorre Dusmet; il Cavalier Carmelo Greco; Antonio Nicoloso; Orazio Silvestri; Thomas Reichart;

Come già detto, non solo di Etna si è discusso in questi cento articoli: si è scritto anche del Vesuvio, dell’Isola di Vulcano, dei Maare dell’Eifel, delle Macalube di Aragona, di basalti colonnari e di neck vulcanici. Ed ancora, delle lave a pillows di Giuliana, dell’Isola vulcanica di Ustica; dei vulcani (emersi e sottomarini) che circondano la Sicilia; di Ferdinandea; della Mofeta di Palikè; del vulcano islandese Hekla e di molto altro ancora.

Gli articoli sono stati pubblicati sul blog con una media di 3,2 al mese (un bell’impegno!).

L’articolo finora più letto di Santo Scalia

L’articolo che ha riscosso maggior successo è quello relativo alla tragica notte di Natale del 1985, quando (era l’anno del più recente passaggio della cometa di Halley) crollò l’Hotel Le Betulle. E’ stato visto da più di 7200 lettori. Al secondo posto, in questa “classifica” di gradimento, c’è un argomento che non ha riferimento all’Etna, quello relativo a Punta Fetente e al mistero di Capo Calavà, letto più di 6800 volte.

Ho pensato di riepilogare in questa pagina gli articoli pubblicati nel corso di questi due anni e mezzo per manifestare il mio ringraziamento a tutti coloro che hanno avuto l’opportunità di leggerne qualcuno; sono lieto che il tempo dedicato a questa attività sia stato ripagato con tanto interesse da così numerosi appassionati dei vulcani.

Quello che segue è l’elenco completo, in ordine cronologico di pubblicazione, dei miei articoli: può tornare utile a chi lo voglia per individuare e richiamare immediatamente qualche argomento di specifico interesse, qualora questo fosse in precedenza sfuggito.

Etna, eruzione del 30 gennaio 1974.  Quando nacquero i Monti De Fiore

Etna, il Monte Nuovo compie … 255 anni

Dedicato a Giovannino Cagni, che sull’Etna trovò la morte 90 anni fa

Ecco com’era il “Sapienza”, mitico rifugio dell’Etna. Piccola storia e immagini d’altri tempi

Etna, l’eruzione del 1947 e i “conetti mammillonari a bottoniera”

Etna, l’eruzione del 1852 e quel magnifico dipinto di Giuseppe Sciuti

L’eruzione etnea del 1910 raccontata dalle cartoline postali

Etna, 1883: centotrentacinque anni fa l’eruzione “abortita” di Monte Leone

A spasso in bianco e nero sull’Autostrada dell’Etna …

L’eruzione dell’Etna del 7 aprile 1964. Breve storia di un cratere ormai scomparso

Sebastian Münster, la “Cosmografia Universale” e l’Etna nel Cinquecento

Etna, 17 aprile 1987. Quel drammatico Venerdì Santo sul cratere di Sud Est

Etna, 29 aprile 1908. L’eruzione in Valle del Bove, breve e poco documentata

9 maggio 1669: sull’Etna primo tentativo di deviare una colata lavica

14 maggio 1983. Sull’Etna, quella movimentata notte di 35 anni fa. La deviazione della colata

Storie dell’Etna. Il Vulcarolo, l’Osservatorio e il condensatore

Buon 107esimo compleanno, caro Cratere di Nord Est dell’Etna ! Ti festeggiamo con tante foto

Athanasius, l’uomo che sapeva tutto, il suo “Mundus Subterraneus” e l’Etna

L’Etna e i Diavoli, una lunga storia. Qualcuno li avrebbe pure “visti” e lo ha raccontato !

17 giugno. Eruzione del 1923, il Re e il Duce sull’Etna. E quel cappello cambiato per dispetto

Quel … “fungo atomico” dell’Etna del 17 luglio 1960

Il mitico “De Aetna” di Pietro Bembo, cardinale veneziano

2 agosto 1929, Etna, Cratere di Nord Est. Un drammatico incidente dimenticato

Luoghi e storie dell’Etna: il Piano del Lago e il Cratere Laghetto (o Escrivà)

Etna, eruzione del 20 agosto 1852. I Monti Centenari tra arte e storia

Etna e non solo. Due cartoline postali e una corrispondenza molto speciale

L’Etna e la sua “cratera” di Tommaso Fazello

Il giallo di quelle vittime (2 o 5 ?) della lava a Mascali nel 1928. “Rumors” dall’estero o censura del Regime ?

Dalla “Casa Cantoniera” a “La Cantoniera”: una lunga e appassionante storia sull’Etna

Etna primadonna in Francia: una splendida monografia sulla prestigiosa rivista LAVE

Quel dipinto poco conosciuto di Giacinto Platania, illustratore dell’eruzione del 1669

Etna, Mascali, novembre 1928. Quando “U focu calava comu l’acqua”

Il nome dell’Etna, così diffuso (e popolare) nel mondo

La funivia sull’Etna, storia e curiosità

Thomas Reichart, che 10 anni fa perse la vita sull’Etna e per l’Etna che amava: “a fantastic and beautiful girl”

Etna, quella frattura del 1949 nel Cratere Centrale e l’eruzione dei tre giorni

Eruzione del 1634. Lettera e illustrazione di Antoine Léal sul nuovo cratere del Mongibello

1985, quella tragica notte di Natale quando “scassau” l’Etna. Era l’anno della cometa di Halley

17 gennaio 1972: il giallo dell’aereo USA precipitato sull’Etna

La Grotta dei Tre Livelli e il mistero della strage dei pipistrelli

Carmelo Greco, il Cavaliere di Linguaglossa, leggenda dell’Etna

Etna, eruzione 1892. Nascita dei Crateri Silvestri, “cult” della Muntagna. Quella grotta che oggi non c’è più

Il fascino delle “canne d’organo”, la grande storia geologica dei basalti colonnari. Sull’Etna e non solo

Le tre Statue di Mompileri, “che eran stupore dell’arte, se pure da humane, e non d’Angeliche mani furono scolpite”

La motta di Motta Sant’Anastasia, il paese cresciuto sul “neck”

Etna, 29 marzo 1669, Misterbianco. Di eruzioni, ulivi, campane …

Vesuvio, aprile 1906: un drammatico racconto per immagini

E ora vi racconto “Le Colate Raccontate”

“Etna: l’éruption de Noël 2018” sulla rivista dell’Association Volcanologique Européenne. Le ipotesi del prof. Tanguy

Etna milleseicentosessantanove nelle stampe d’oltralpe

Buon compleanno ad Antonio Nicoloso, l’”uomo semplice, ma non comune” che scese nelle viscere dell’Etna

14 maggio 1983. Sull’Etna, quella movimentata notte di 35 anni fa. La deviazione della colata quando non    c’era Internet e “La Sicilia” fece la ribattuta. Con il film di Fanfan Le Guern

Melchiorre Dusmet, cardinale e beato e l’eruzione dell’Etna del 18 maggio 1886

C’era una volta il “circo lunare” dell’Etna. Lo chiamarono anche Padellazza, nacque due secoli fa

Da Malpasso a Belpasso, passando per Fenicia Moncada e Stella Aragona. Storia di un paese e di una comunità attraverso la storia dei Baroni Bufali

Il Rifugio Conti nella Pineta di Linguaglossa, com’era e com’è. Una triste storia di ordinario degrado sull’Etna

Il Meridiano (15) dell’Etna

Vesuvio, 79 d.C. «…taluni per paura della morte, si auguravano la morte…»

La Valle del Bove, com’era

Cinquant’anni fa la Luna. “Qui base Tranquillità, Eagle è atterrata”.

C’era una volta la Torre del Filosofo Empedocle

Di lava e d’amore filiale. La meravigliosa leggenda di Anfinomo e Anapia: dai Fratelli Pii ai Due Pizzi sull’Etna

La “magnifica desolazione” di Piano Provenzana

Meravigliosa Ustica, quell’antico vulcano vicino Palermo

Da Nicolosi a San Martino delle Scale, dall’Etna a Monreale: un filo comune tra due fascinosi monasteri Benedettini

Sopra e sotto il mare: ecco i 36 vulcani, attivi o già spenti, visibili e invisibili, che circondano la Sicilia

Etna, 7 settembre 2004: quell’eruzione senza preavviso che durò 183 giorni

12 settembre 1979, quarant’anni fa, morte sull’Etna. In memoria delle nove vittime

Re, regine, imperatori alla corte di sua maestà l’Etna

Giuliana, 77 chilometri da Palermo. Un’area vulcanica lì dove non te l’aspetti

Un filo di fumo: il Maestro Camilleri e l’Isola che non c’è

Quel Villaggio fantasma nel Bosco Ragabo: lo scempio del “Mareneve”

L’ultima eruzione di Vulcano, 131 anni fa

Piano Provenzana, Etna. Alba del 27 ottobre 2002

Palikè e la Mofeta dei Palici, laddove Mito, Storia, Archeologia e Geologia si incontrano

La giovane Bocca Nuova sull’Etna, “comparsa” a sorpresa per Pier Paolo Pasolini

Dai Greci agli Arabi: l’Etna nella letteratura antica e nelle carte geografiche

Etna, 82 cartoline postali per un’eruzione: quella del 1971. Quando non c’era Internet

Etna, quando il Cratere Centrale fa paura

Il Cratere Ellittico dell’Etna

“Etna 1974, i Monti De Fiore e il mio debutto Vulcanico”

Così 155 anni fa nacquero i Monti Sartorius

Anno Domini 1169, 4 febbraio, quando “la città di Catania fu sconvolta fino alle fondamenta da un terremoto”

“Un viaggio all’Etna” con una guida eccezionale: il professor Orazio Silvestri

Etna, l’eruzione del 10 marzo 1985, 35 anni fa

Etna, Nicolosi Nord: l’altarino alla Madonna della Neve a quota 1900 metri

Un oronimo etneo poco conosciuto: il Monte Riccò, nato 110 anni fa

Etna, 3 aprile 1536: l’imprudenza che costò la vita a Francesco Negro, medico da Piazza Armerina

Punta Fetente e il mistero di Capo Calavà

Il Pugno di Santa Maria La Scala

I Maare dell’Eifel (Die Eifelmaare) e la Strada dei vulcani

Le tragedia delle Macalube di Aragona

Sessant’anni fa, quel tragico incidente della “vecchia” Funivia dell’Etna

Hekla, il vulcano islandese “incappucciato”

Etna, 21 giugno 1763: la nascita della Montagnola

Isola Lachea e Faraglioni di Acitrezza, tra mito e scienza

Etna 1928, la casa nella lava di Escher: una nuova immagine inedita

17 luglio 1960, sessant’anni fa, ore 11:50: esplode il Cratere Centrale dell’Etna

Etna, Bocca Nuova: la misteriosa scomparsa di Beatriz, “la Spagnola”

Nato e cresciuto ai piedi dell’Etna, ad Acireale, Santo Scalia è fisico astronomico per formazione universitaria, informatico per professione e vulcanofilo per passione

(Gaetano Perricone). A questo lungo, interessantissimo e altrettanto utile elenco, con il quale speriamo di fare un gradito regalo e comunque un servizio ai nostri affezionati lettori e a tanti altri ancora, aggiungo un sentito e doveroso ringraziamento dal profondo del cuore al carissimo Santo Scalia, memoria storica straordinaria della cultura etnea, primo e formidabile “contributor” di questo blog, che ci ha coinvolti, incuriositi, deliziati, divertiti, spesso lasciato stupefatti, soprattutto arricchito con i suoi appassionanti e preziosi articoli, documentatissimi strumenti di conoscenza del più alto vulcano attivo del continente e della grande anima della Muntagna. I suoi lavori, le sue storie, frutto di minuziose e approfondite ricerche e sempre illustrati con foto e immagini spesso rare, sempre significative e accattivanti, sono stati e sono il fiore all’occhiello de Il Vulcanico – blog fondamentalmente etneo per idea originaria – e lo hanno fatto conoscere a decine e decine di migliaia di appassionati dell’Etna e di quelle meravigliose macchine geologiche che sono i vulcani. Sono e resteranno i nostri lettori, che ci seguono ormai da quasi quattro anni con grande attenzione e affetto, il punto di riferimento e il “target” di questo meraviglioso lavoro di divulgazione scientifica, culturale, umana del grande Santo Scalia; ma naturalmente ci farebbe anche grande piacere, sarebbe un onore, se qualche istituzione volesse condividere con noi quello che ormai va considerato un ricchissimo patrimonio sul web, messo a disposizione di tutti dal nostro blog, di informazioni su temi che, lo dimostrano i numeri, sono di notevolissimo interesse. A Santo dico ancora grazie e poi grazie, dandogli appuntamento per festeggiare insieme i suoi primi … duecento articoli Vulcanici. Se poi arriveremo a mille, vuol dire che noi e questo blog avremo ancora una lunghissima vita